Design User Centered – I documenti

Abbiamo visto in precedenza come si articola il ciclo di sviluppo User Centered e quali sono le componenti fondamentali.

Come noto, deve essere presente una buona base documentale per dare inizio al ciclo iterativo. Questa base è formata principalmente da due tipologie di documenti:

  • Il contesto d’uso
  • Requisiti utente e organizzativi

Il contesto d’uso è un documento molto importante che influenza la progettazione e tutto il ciclo di sviluppo. Si posiziona all’ingresso del ciclo ed è la prima attività che deve essere svolta dal team di sviluppo, non è possibile iniziare a lavorare su una soluzione di design, senza avere la conoscenza del contesto di utilizzo che verrà fatto del nostro software.

Tale documento quindi, contiene principalmente:

  • caratteristiche degli utenti
  • caratteristiche dei compiti e allocazione di attività tra utenti e sistema
  • vincoli socio-organizzativi e di ambiente tecnologico

Questo documento deve essere steso in collaborazione con gli utenti e deve essere validato dagli stessi. Va rivisitato ciclicamente, perchè le condizioni socio-economiche degli utenti possono mutare e dare luogo a cambiamenti nella percezione del design.

Il contesto d’uso infine, influenza la progettazione e il risultato del ciclo iterativo di sviluppo.

Il documento dei requisiti utente, contiene la descrizione approfondita di tutti gli scopi che il sistema si prefigge di compiere e stabilisce le priorità e le precedenze che i vari requisiti si impongono tra loro. E’ bene ricordare che i requisiti possono anche risultare in conflitto gli uni con gli altri.

Questo documento inoltre, può contenere eventuali requisiti di legge e stabilisce gli obiettivi di accessibilità che il sistema deve perseguire.

Al pari del documento sul contesto d’uso,  deve essere scritto in collaborazione con gli utenti e da loro validato in ogni parte.

Design User Centered – Ciclo di sviluppo

Nello sviluppo Human Centered (o user centered), le necessità dell’utente vengono anteposte a quelle dello sviluppatore e l’obiettivo da perseguire è avvicinare il modello mentale creato dal designer al modello che si costruisce l’utente.

La modalità di sviluppo, come accennato negli articoli precedenti, prevede un approccio iterativo, in cui la soluzione al problema di design viene generata più volte e ad ogni iterazione affinata sulla base di nuove informazioni acquisite.

Ciclo di sviluppo

Lo sviluppo della soluzione parte dall’identificazione delle necessità che portano alla scelta di utilizzare un approccio di questo tipo.

  • Perchè lo sviluppo User Centered?
  • Quali i pro e quali i contro del ciclo iterativo?

Le motivazioni che conducono un designer alla scelta di una soluzione di sviluppo user centered sono molteplici ma molto semplici:

  • Lo user centered design coinvolge attivamente gli utenti del sistema, conducendo ad una soluzione profilata ed ottimizzata per gli utilizzatori effettivi del sistema
  • Il ciclo di sviluppo iterativo permette di affinare le scelte compiute in precedenza, anche effettuando variazioni rilevanti nel caso in cui le scelte effettuate non si rivelino soddisfacenti per gli utenti e per lo sviluppatore.

Una volta identificati le necessità per lo sviluppo User centered, si passa alla redazione e comprensione del contesto d’uso. Il contesto d’uso è un documento redatto dallo sviluppatore in collaborazione con l’utente che segna il punto di partenza fondamentale per il ciclo iterativo.

Dal contesto d’uso si passa alla definizione dei requisiti utente e organizzativi.

Partendo quindi da questa base documentale (contesto d’uso e requisiti utente) si progetta una prima soluzione di design detta prototipo. Questa soluzione dovrebbe essere accompagnata da simulazioni e mock-up e prototipi del sistema e non dovrebbe essere una semplice dimostrazione del sistema.

Il prototipo viene validato sulla base dei requisiti redatti durante il ciclo di sviluppo ed insieme agli utenti, viene quindi modificato, reiterando il ciclo (raffinando quindi i documenti e di seguito la soluzione) .

Il modello di sviluppo iterativo prevede quindi la reiterazione della soluzione, fino a trovare quella ottimale (best-fit).

User Centered Design

Le tecniche di design “User Centered” o “Human Centered” sono state sviluppate a supporto dell’usabilità.

Tali tecniche si fondano su principi molto importanti per la corretta implementazione delle stesse:

  • Necessaria una partecipazione attiva degli UTENTI, per ottenere un’identificazione chiara, corretta e puntuale di:
    • Requisiti utente
    • Compiti dell’utente
    • Contesto d’uso
  • Processo di design iterativo che faccia quanto più possibile uso di prototipi.
  • Team di progettazione assortito in cui sono presenti competenze multidisciplinari

Dello User Centered Design si occupa la specifica ISO 13407, che riassumiamo di seguito in 3 punti fondamentali:

OBIETTIVI

definizione dei requisiti di base per la “certificazione” dei processi di produzione del software centrato sull’utente;

CONTENUTI

definizione delle regole di documentazione del processo sul modello dell’ISO 9000;

APPLICAZIONI

per orientare il lavoro cooperativo e certificarlo
in relazione con lo standard IS12207;

La definizione di “Human Centered Design” secondo la specifica ISO 13407 è

“Un approccio allo sviluppo di sistemi interattivi focalizzato
specificatamente sul rendere il sistema usabile. E’ una attività
multidisciplinare, che richiede competenze e tecniche specifiche
di ergonomia. La applicazione di tali metodi e tecniche al
disegno di sistemi interattivi ne aumenta la efficacia e la
efficienza, migliora le condizioni di lavoro, contrasta possibili
efffetti nocivi sulla salute dei lavoratori, sulla sicurezza e sulle
prestazioni. Applicare la ergonomia al disegno di sistemi
richiede di considerare fattori primari le capacità competenze,
conoscenze, limitazioni ed esigenze degli utenti.”

Quindi i principi fondamentali di questa norma riassumono quelli già specificati in precedenza per lo user centered design, ovvero una progettazione del sistema che vede l’utente al centro di ogni sviluppo e sul quale si basano tutte le scelte di design:

  • coinvolgimento attivo degli utenti
  • comprensione dei requisiti degli utenti e dei compiti dell’utente
  • allocazione appropriata di funzioni tra utenti e sistema
  • iterazione delle soluzioni di progettazione (tramite utilizzo di prototipi)
  • progettazione multi-disciplinare

Introduzione all’usabilità

Durante la progettazione di un sito WEB, a causa spesso dei ridotti tempi di rilascio richiesti, non viene prestata particolare attenzione all’usabilità del sito che si sta sviluppando.

Cos’è l’usabilità e come possiamo definirla? Nel corso degli anni sono state date diverse definizioni:

  • La proprietà che riflette la facilità di impiego di un sistema informatico (1971)
  • L’insieme delle seguenti caratteristiche: effettività, apprendibilità, flessibilità e atteggiamento (1991)
  • Il livello di efficacia, efficienza e soddisfazione da parte degli utenti raggiunto da un prodotto che venga utilizzato da specifici utenti per raggiungere determinati scopi in determinati ambienti (1993)

Possiamo ancora considerare l’usabilità così come è definita nella specifica ISO 9126:

L’usabilità è “la capacità del software di essere compreso, appreso, usato con soddisfazione dall’utente in un determinato contesto d’uso”.

e nella specifica ISO 9241_11:

L’usabilità è: “la capacità di un prodotto di agevolare uno specifico utente nel raggiungimento di specifici obiettivi con efficacia, efficienza e soddisfazione in uno specifico contesto d’uso”

In definitiva l’usabilità misura la distanza tra il “designer model”, ovvero il modello del sistema informatico e delle sue modalità d’uso che il progettista del sistema ha creato, e lo “user model”, il modello di funzionamento del sistema che l’utente si costruisce durante l’utilizzo del sistema e che regola la sua interazione col sistema stesso.

Più questi modelli si avvicinano, tanto più il sistema è considerato “usabile”.

A supporto dell’usabilità sono nate le tecniche di sviluppo “User Centered”, ovvero concentrate sull’utente, che si basano su un coinvolgimento attivo dell’utente per identificare nella maniera più accurata possibile i requisiti degli utenti, i loro compiti nei confronti del sistema e il contesto d’uso nel quale si posizionano. Tali tecniche si basano inoltre su un processo iterativo di design della soluzione, utilizzando quanto più possibile prototipi e sulla presenza di competenze multidisciplinari nel team che si occupa dello sviluppo del sistema.

Per concludere, l’intento principale di ogni progettista di interfacce e/o sistemi di interazione con l’uomo, è la massimizzazione dell’usabilità del sistema.

Usabilità di un sito Business

Web usability è un approccio per rendere i siti web di facile utilizzo per l’utente finale, quindi elemento principale per un‘azienda che metterà la sua vetrina online, e per la progettazione della struttura del sito. Importante quindi sarà rivolgersi ad una società professionista nel settore, pechè appunto se avremo un sito poco navigabile dall‘utente avremo difficoltà in tutte le forme della visibilità e della vendita di prodotti o servizi. L’utente dovrà essere in grado intuitivamente, di navigare nelle pagine web del nostro sito, e quindi interagire con facilità alle proposte del nostro sito, ad esempio se interessato ai servizi offerti ci dovrà essere un pulsante che porterà alla pagina interessata.

Quindi le caratteristiche principali per una buona usabilità del nostro sito Business saranno:

Presentare le informazioni per l’utente in un modo chiaro e conciso.
Dare la giusta scelta per gli utenti, in un modo molto evidente.
Eliminare ogni ambiguità circa le conseguenze di una azione ad esempio Cliccando su eliminare / rimuovere / acquisto.
Mettere la cosa più importante nel posto giusto su una pagina web o una applicazione web.

Ovviamente tutto questo sarà studiato insieme al cliente stesso in base alle priorità dello stesso.
DEA Marketing fornisce queste informazioni per aiutare il cliente a prendere una giusta direzione per far si che la sua vetrina online sia ottimizzata, e quindi sia piu predisposta alla sua futura crescita.